Listello Decorativo LED TLA

€/ml 11,05 €/ml 8,84 iva inclusa

risparmi €/ml 2,21

20%

Prolight Prolist TLA e TLB sono dei listelli decorativi in alluminio anodizzato e bril lucido argento, con sistema di illuminazione a strip LED.
La luce viene distribuita lungo tutta la lunghezza dei profili attraverso un elemento diffusore posto lateralmente e risultano particolarmente adatti
per bagni, cucine, cornici, ecc.
Inserendo nel sistema il dimmer (opzionale) è possibile regolare l’intensità luminosa per svolgere funzioni di arredo o illuminazione notturna di
cortesia.

Acquista il prodotto

Sigla: TLA/10/C1    Codice: 84090

Dimensioni: 2700 x 10 x 20 mm

Unità di vendita: m 2,7

Quante unità mi servono?

Indica la lunghezza che devi ricoprire per calcolare quante unità ti servono.

ml = unità + =
Prezzo:
 29,84  23,88
€/ml 8,84
Quantità:
totale ml 0,000
Prezzo finale: scontato
 0,00 iva inclusa
5 giorni lavorativi
Per la posa/montaggio di questo prodotto sono CONSIGLIATI i seguenti accessori :
SiglaElemento   Dimensioni Confezione Prezzo Quantità
TLA/10P/C1Terminale N/A 10 pz  47,21  37,77 iva inclusa
Prezzo finale: scontato
 0,00 iva inclusa

Informazioni aggiuntive

Dimensioni N/A
Elemento

,

brand

Profilpas

Materiali

Alluminio anodizzato
Lega di Al-Mg-Si trattata termicamente in condizione T6 (6060 T6).
I profili sono realizzati per estrusione e successivamente anodizzati con spessore ≥ 15 μm.
La superficie esterna deve essere protetta da graffi e sfregamenti. Presentano una buona resistenza agli agenti chimici e atmosferici. Il cemento e i suoi derivati producono, se bagnati, sostanze alcaline che, lasciate agire sulla superficie, possono portare alla corrosione del metallo (formazione d’idrossido di alluminio). Per questo motivo, la superficie a vista del profilo deve essere pulita tempestivamente e delicatamente da cemento, colla e materiali utilizzati per le fughe.
In seguito a usura e calpestio (nel caso di profili impiegati a pavimento), le superfici anodizzate si rovinano perdendo così la finitura originale.

Alluminio brill
Lega di Al-Mg-Si trattata termicamente in condizione T6 (6463 T6).
I profili sono realizzati per estrusione e successivamente trattati e lavorati meccanicamente. Garantiscono una discreta resistenza agli agenti chimici e atmosferici. Il cemento e i suoi derivati producono, se bagnati, sostanze alcaline che, lasciate agire sulla superficie, possono portare alla corrosione del metallo (formazione d’idrossido di alluminio). Per questo motivo, la superficie a vista del profilo deve essere pulita tempestivamente da cemento, colla e materiali utilizzati per le fughe.
Non utilizzare i profili in alluminio brillantato a pavimento.

ABS
ABS opalino, antiurto e anti-UV.

Note generali sui metalli
L’alluminio non è resistente a tutti i composti chimici e pertanto è necessario evitare che venga a contatto con prodotti particolarmente aggressivi quali acido cloridrico (HCl) e acido fosforico (H3PO4).
I prodotti che possono essere utilizzati per la pulizia di pietra, ceramica e gress, quali ad esempio acido muriatico, ammoniaca, candeggina o varechina danneggiano la finitura superficiale del metallo e possono causare intensi fenomeni corrosivi. Inoltre è necessario rimuovere sempre ed il più velocemente e delicatamente possibile residui di cemento, colla e materiali utilizzati per le fughe dalla superficie dei profili.

Posa facile

TLA ed TLB possono essere fissati con idonei collanti (tipo PP/96) a varie superfici sia a vista che a filo piastrella con spessore 10 mm.
Speciali elementi in alluminio anodizzato da fissare con colla permettono la chiusura terminale dei profili luminosi.
Per la scelta e il montaggio delle parti elettriche (strip LED, alimentatori, ecc…) vedi scheda tecnica strip LED.
Una volta quantificati i metri LLA o LLB ed i componenti necessari per l’ambiente desiderato (profili, terminali, bobine strip led, alimentatori, dimmer, ricevitore per telecomando, telecomando, cavi e connettori) far eseguire il montaggio elettrico e la messa in funzione da personale specializzato ed autorizzato.

Cura e manutenzione

La cura e la manutenzione dei materiali impiegati per la realizzazione dei presenti profili sono strettamente legate al tipo di lega e/o finitura utilizzate.
Le indicazioni di seguito riportate descrivono quelle operazioni alle quali si deve sottoporre il profilo al fine di ripristinarne il più possibile l’aspetto originario.
L’intento della presente è di fornire tutte quelle indicazioni di massima che possono servire come suggerimento nella scelta dei tempi e delle modalità per la pulizia, ma che necessariamente dovranno essere verificate caso per caso.
Va rimarcato il fatto che esistono precise specifiche responsabilità in ogni fase della vita del manufatto già a partire dalla sua posa in opera.

Alluminio
Non necessitano di particolari manutenzioni e sono facilmente trattabili con alcool incolore diluito in acqua o mediante l’impiego di normali detergenti, purché non a base acida (es. acido cloridrico o fluoridrico).
Per le operazioni di pulizia si usano generalmente prodotti detergenti fabbricati da diversi produttori e venduti sotto differenti nomi commerciali.

In generale sono disponibili tre tipi di prodotti:
· Tipo alcalino
· Tipo neutro
· Tipo acido
Per la pulizia si consiglia l’utilizzo di detergenti neutri diluiti in acqua ed un risciacquo con sola acqua, impiegando spugne e/o panni non abrasivi per evitare di graffiare e/o danneggiare l’anodizzazione, la brillantatura, la verniciatura.

Durante la pulizia bisogna assolutamente prestare attenzione ai seguenti aspetti:
· Non usare detergenti acidi o alcalini, perché possono danneggiare l’alluminio;
· Non usare prodotti e/o materiali abrasivi;
· Non usare solventi organici in caso di superfici verniciate;
· Non utilizzare detergenti di cui si ignori la composizione chimica;
· Non applicare i prodotti detergenti direttamente sulle superfici da pulire;
· Le superfici, durante la pulizia, devono essere “fredde” (T°max = 30°C) e non esposte direttamente al sole;
· I detergenti usati per la pulizia devono essere a loro volta “freddi” (T°max = 30°C) e non si devono usare apparecchiature a spruzzo di vapore.
In ogni caso, l’ultima fase della pulizia è sempre rappresentata da un adeguato risciacquo con acqua delle parti trattate, seguito da un’ immediata asciugatura mediante panni o pelle morbida. Non è necessaria la manutenzione mediante prodotti lucidanti o similari.
Effettuare tempestivamente un’accurata pulizia dei profili, secondo le indicazioni riportate sulla confezione del prodotto, per evitare che eventuali depositi di cemento, materiale fugante o prodotti similari ne aggrediscano gli strati superficiali.

ABS
Non necessita di particolari manutenzioni: si pulisce facilmente con acqua o mediante l’impiego di normali detergenti liquidi neutri (evitare detergenti in crema o in pasta), effettuare l’ultimo risciacquo con l’impiego di sola acqua.
Utilizzare spugne o panni non abrasivi, per evitare di graffiare la superficie.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetto l'informativa sulla Privacy